Workshop on Cursive Handwriting (Lucca-Pisa)

Burocrazia, amministrazione, contabilità e scritture corsive. Morfologia, technique, riflessioni teoriche.

Seminario permanente sulla corsività – Séminaire permanent ʻÉcritures cursivesʼ
Lucca-Pisa, 23-24 settembre 2014

 

Come metteva lucidamente in evidenza, già poco dopo la metà del Cinquecento, il calligrafo e trattatista Giovan Francesco Cresci, esiste un nesso preciso tra tecniche dello scrivere e caratteristiche tecnico-formali della corsiva da un lato, uso intenso della scrittura nell’amministrazione e nei carteggi dall’altro.

Burocrazia, sviluppo degli uffici, contabilità, prassi giudiziale, epistolarità diffusa hanno rappresentato, in epoche diverse, potenti stimoli alla velocizzazione della scrittura ma anche incentivo alla teorizzazione, alla formalizzazione di modelli grafici condivisi capaci di coniugare qualità estetiche e rapidità di esecuzione. 

Se, in alcuni casi, come per il III secolo d.C., in coincidenza con i complessi processi di provincializzazione e militarizzazione dell’amministrazione imperiale romana, la paleografia ha saputo cogliere, con i suoi specifici strumenti di analisi, questo nesso profondo tra fatti organizzativi della società e fatti grafici, molto resta da fare per portare in luce il rapporto tra sviluppo della scrittura corsiva e istanze amministrative nei più diversi e caratterizzati contesti proprî dell’Europa del tardo medioevo e della prima età moderna.

L’articolazione delle fasi redazionali e la differenziazione delle scritture nella prassi documentaria, lo sviluppo, sotto l’egida notarile, delle proto-burocrazie comunali, l’organizzazione amministrativa degli Stati regionali italiani e delle monarchie europee, l’incremento e la trasformazione dell’ordinamento giudiziario, l’incremento quantitativo e qualitativo della contabilità, costituiranno i grandi nodi problematici intorno ai quali impostare questa indagine.

L’ampiezza dello spettro cronologico e la particolare natura dei contesti di scrittura indagati sollecitano paleografi e storici di diversa formazione a cimentarsi su un terreno comune nello spirito della più ampia interdisciplinarità.

La mostra documentaria curata dall’Archivio di Stato di Lucca, accompagnata da materiale illustrativo e didattico, offrirà la possibilità di verificare le dinamiche di corsivizzazione in ambito amministrativo, attraverso l’età medievale e moderna, in una piccola città-Stato Toscana a lungo autonoma, sebbene costantemente in relazione con le grandi entità politico-territoriali europee.

 

PROGRAMME

Sept. 23 – ARCHIVIO DI STATO DI LUCCA. SALONE MONUMENTALE

10:00 Presentazione del seminario e della mostra
10:30 Francisco Gimeno Blay (Universitat de València): Lo Stato moderno contro le corsive
11:15 Marc Smith (École Nationale des Chartes): Istituzioni, professioni e modelli dello scrivere nei manuali di calligrafia (secc. XVI-XVIII)
12:00 Mª Luisa Domínguez Guerrero (Universidad de Sevilla): Cursividad, hibridación y burocracia en la primera mitad del siglo XVI
14:30 Irene Ceccherini (IRHT-CNRS, Paris): La corsiva dei mercanti tra tecnica e funzione (XIII-XIV secolo)
15:15 Isabella Lazzarini (Università del Molise): Scritture, mani, usi della corsiva nella costruzione di un sistema documentario pubblico: lettere e registri di
cancelleria (Mantova, XV secolo)
16:00 Diego Belmonte Fernández (Universidad de Sevilla): Contabilidad y cursividad: los libros del cabildo catedralicio sevillano a fines de la Edad Media
16:30 Rosa Marulo (Scuola Normale Superiore, Pisa): Pluralità grafica nelle epistole del fondo Guinigi
17:00 Discussione

Sept. 24 – PISA, PALAZZO DELLA CARITÀ

10:30 Paolo Cammarosano (Università di Trieste): Evoluzione delle strutture documentarie ed evoluzione delle forme di tipo corsivo dall’età romanica alla prima
età moderna
11:15 Paola Degni (Università di Bologna): La corsiva all’origine della minuscola bizantina: aspetti morfologici, funzioni e ambiti di produzione
12:00 Teresa De Robertis (Università di Firenze): La corsiva nuova nei papiri italiani: problemi e prospettive di ricerca
12:30 Francesca Cotugno (Università di Pisa): Corsivizzazione e minuscolizzazione nelle tavolette di Vindolanda
14:00 Teresa Webber (Trinity College, Cambridge): Presentation of the project “Models of Authority: Scottish Charters and the Emergence of Government, 1100-
1250”
14:45 Mª Luisa Pardo Rodríguez (Universidad de Sevilla): Las cuentas de la Ciudad. Usos y prácticas de escritura en los libros del Mayordomazgo de Sevilla (1430-1460)
15:15 Maria Cristina Rossi (Università di Pisa): Gromellino impara a scrivere corsivo: un quaderno di esercizi bergamasco di primo Quattrocento
15:45 Antonino Mastruzzo (Università di Pisa): Epistolografia “di governo” e modelli grafici nella Firenze di Lorenzo de’ Medici
16:15 Discussione, considerazioni conclusive e saluti

 

 

via APILIST

Advertisements
Comments
3 Responses to “Workshop on Cursive Handwriting (Lucca-Pisa)”
Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] Workshop on cursive handwriting (Lucca-Pisa) […]



Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: